Ultime Notizie


https://www.flickr.com/photos/vlumi/

Una corretta alimentazione per chi pratica sport

 

La dieta degli sportivi, anche quelli che praticano attività fisica a livello professionale non è (o almeno non dovrebbe essere) molto dissimile da quella di chi non pratica sport. Si tratta, detto in parole povere, di una dieta sana che richiede però un maggiore apporto di liquidi, sali minerali, vitamine e, soprattutto, zuccheri.

Questi ultimi, infatti, sono il “carburante” indispensabile per avere a disposizione l’energia sufficiente per affrontare qualsiasi tipo di sforzo fisico. Occorre tuttavia tenere presente che, per avere una buona prestazione agonistica, è necessario non appesantire l’organismo con cibi troppo elaborati o che comunque richiedano oltre 4 ore per essere digeriti. L’ideale per uno sportivo, quindi, sarebbe fare molti piccoli pasti ogni 3-4 ore in modo da accelerare il metabolismo, non avere cali di zuccheri (quindi anche di energie) e mantenere a livello ottimale l’equilibrio idro-lipidico del corpo.

Alla base della dieta di uno sportivo ci sono quindi i carboidrati, fonte di energia in quanto contenenti gli zuccheri. E’ tuttavia importante dosarne le quantità e distinguere tra l’apporto di carboidrati semplici e complessi. I primi sono quelli più facilmente digeribili (zucchero bianco o integrale, miele e gli zuccheri della frutta) mentre quelli complessi richiedono maggior lavoro da parte del nostro intestino (pane, pasta, riso, ecc.). A colazione sono quindi ideali il pane, il miele e i cereali perché danno subito energia ma, se dobbiamo affrontare una prova sportiva, è bene preferire quelli complessi, a più lento rilascio nell’organismo.

Non deve inoltre mai mancare l’apporto di fibre, vitamine e minerali che si trovano soprattutto nella frutta e nella verdura (che richiedono almeno 5 porzioni al giorno), preferendo, ovviamente, quelli di stagione. Contrariamente a quanto si pensa, è bene non esagerare nell’utilizzo di integratori di vitamine e sali minerali. Esagerare vorrebbe infatti dire sovraccaricare i reni senza che sia necessario quindi, a livello generale, è bene utilizzare integratori di sali minerali solo se si svolge un’attività fisica che supera le 4 ore consecutive.

Veniamo infine al problema maggiore per gli sportivi ossia la reintegrazione dei liquidi persi con il sudore che, soprattutto in estate, sono maggiori. Il sudore è la risposta del nostro corpo per il mantenimento della temperatura ottimale e contiene sostanze quali sodio, acidi grassi, colesterolo, potassio, calcio, magnesio e altri minerali, che è importante riuscire a reintegrare. Si sente spesso dire che bisognerebbe bere almeno 2 litri di acqua al giorno, ma sarebbe più giusto dire che occorre bere in rapporto al peso corporeo: 30-40 ml per chilo e, durante l’attività fisica, almeno ogni quarto d’ora a piccoli sorsi facendo attenzione a non introdurre nel nostro corpo bevande eccessivamente gelate. E’ consigliabile inoltre, soprattutto per chi pratica sport, bere qualcosa che contenga almeno il 10% di zuccheri ma sono assolutamente da evitare le bevande gassate.

Si tratta di poche ma importanti regole che dovrebbero già far parte della nostra alimentazione di tutti i giorni. Seguirle, quindi, non è difficile e assicura al nostro organismo la giusta preparazione per affrontare lo sforzo fisico che ci richiede lo sport.

Monviso SC

Photo Credit Flickr Ville Misaki (https://www.flickr.com/photos/vlumi/)