Ultime Notizie


L’Open BNL 2015 al Monviso Sporting Club sta per vivere i suoi giorni più caldi

Sognali, vivili, amali. E’ il claim degli Internazionali BNL d’Italia 2015 che sta ormai spopolando sul canale tematico Supertennis, sui siti di settore e non solo. Una vera e propria campagna di coinvolgimento massimo attorno al torneo internazionale più importante organizzato in Italia e ad uno dei più valenti al mondo subito alle spalle dei tornei dello Slam. La premessa è d’obbligo per introdurci nel tema odierno, ovvero l’Open BNL 2015 in corso di svolgimento al Monviso Sporting Club di Grugliasco, scattato con il primo tabellone (NC – 4.4), lo scorso 15 febbraio. Parola d’ordine, anche in questo caso, grande coinvolgimento dei giocatori, ognuno dei quali potrà in ogni caso dire di aver partecipato al torneo dei tornei, quello nel quale si misureranno i big del tennis mondiale. I vincitori degli Open BNL 2015, scenderanno infatti sui terreni di gioco romani nelle pre-qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia per giocarsi anche un posto tra le stelle. Torniamo alla tappa targata Monviso Sporting Club che dal fine settimana che stiamo per affrontare vedrà entrare in gioco i 2.a categoria, in attesa della finale prevista domenica 15 marzo.

Circa 400 in totale gli iscritti, con soddisfazioni a step per tutti, giovani e meno giovani. Ogni iscritto riceverà un biglietto per una giornata degli Internazionali d’Italia BNL 2015. Giusto pertanto ricordare i qualificati nei vari passaggi tra i tabelloni. Il primo, NC – 4.4 ha promosso al draw successivo, Massimo Simoni, Luca Cesti, Stefano Pampaloni, Antonio Massaro, Dino Romano, Alessandro Genovese, Jacopo Fea, Michele Peretti, Edoardo Calvello, Luigi Albino Bonomi, Massimiliano Rossi, Luigi Maria D’Auria, Riccardo Roero, Guido Gabetto, Mauro Berutto e Marco Visocchi. Sono stati poi 29 i qualificati del tabellone successivo (4.3 – 4.2). Nell’ordine, dall’alto in basso della lista, Federico Luzzo, Fabrizio Paciocco, Marco Di Corso, Daniele Sivieri, Marco Balducci, Roberto Marazzi, Alessandro Ferrero, Fabrizio Ferrero, Radu-Mihai Benedic, Renato Waleed Jammoul, Alessandro Genovese, Andrea Borrielli, Tommaso Bonaiti, Jacopo Fea, Gianpaolo Vergari, Claudio Vinassa, Andrea Noro, Alberto Ballario, Gianpiero Fichera, Raffaele Lionetti, Srgio Cavarero, Antonino Silvestro, Giancarlo Vallesio, Matteo Suozzo, Antonio Salis, Luca Scivetti, Andrea Gaglietto, Concetto Ascrizi e Pietro Bausardo.
Ancora 18 i promossi nel tabellone 4.1 a quello successivo 3.5 – 3.4. Nell’ordine, anche in questo caso, Federico Godone, Paolo Ballatore, Mattia Fantolino, Salvatore Giorno, Luca Branca, Leonardo Bevilacqua, Fabrizio Panebarso, Matteo Suozzo, Federico Luzzo, Daniele Sivieri, Andrea Boselli, Tommaso Bonaiti, Pierluca Lando, Simone Caudana, Luca Cugno, Luca Bonaveri, Michele Guerra.
In settimana si concluderanno i tabelloni limitati 3.5- 3.4 e 3.3 – 3.1. Sabato 7 marzo la programmazione del torneo prevede nello specifico la chiusura delle sfide di 3.a categoria. Domenica entreranno in campo i 2.8. Si giocherà ininterrottamente, come accade ormai da sabato 28 febbraio, dalle 9 del mattino a conclusione del palinsesto di giornata. In totale sono circa 400 gli iscritti, con 107 2.a categoria. Possiamo iniziare a parlare di stelle, che cercheranno di centrare il passaggio alle pre-qualifiche romane degli Internazionali BNL d’Italia 2015. Quattro al momento (le iscrizioni si chiudono ufficialmente oggi 5 marzo alle ore 12 e pertanto qualche possibile ingresso dell’ultimissima ora è ancora possibile) i 2.1 inseriti in lista. Si tratta del torinese classe 1983 Alberto Giraudo, tesserato per l’Olimpia Fossano; del toscano Davide Della Tommasina, tesserato Sporting Club Sassuolo e nello scorso dicembre a segno nell’Open al TC Chatillon – ST. Vincent, nonché abituale frequentatore del circuito internazionale futures; dell’argentino Cristian Rodriguez Sanchez, tesserato per la SSD Ferratella Roma; del torinese e giocatore di casa Lorenzo Sonego, ormai proiettato verso il tennis internazionale e recentemente capace di raggiungere i quarti nel 15.000 $ futures di Sondrio.

Attualmente top 800 Atp, classifica che dal nulla è riuscito a costruirsi con circa una decina di tornei di categoria. Sarà molto interessante vederlo all’opera sui campi del Monviso Sporting Club. Di gran livello anche la lista dei 2.2 e dei 2.3. Per quanto concerne i primi ecco l’astigiano Matteo Civarolo, che lo scorso anno vinse l’analoga rassegna organizzata al Circolo Tennis Le Pleiadi di Moncalieri e grazie alla stessa affermazione giocò le pre-qualificazioni a Roma; il veronese dal servizio potentissimo Marco Speronello; Andrea Fava, 2.2 del CT Vicenza. I 2.3 rispondono invece ai nomi di Andrea Vavassori, portacolori del CT Pinerolo; del torinese Alessandro Colella, altro giocatore di caratura internazionale tornato quest’anno a vestire i colori dello Sporting Borgaro dopo tante stagioni di militanza nel CT Albinea; Cristian Perinti, del TC Pisa; Lorenzo Cannella, astigiano tesserato per il TC Antiche Mura, il ligure Tommaso Metti e Tommaso Lago, del Tennis Montecchio Maggiore.

Tutti giocatori che entreranno in scena (almeno i 2.3) dal 10 marzo prossimo. Il programma delle battute finali dovrà essere concordato tra organizzazione, Giudice Arbitro (Piercarlo Capra) e giocatori interessati. Il torneo potrebbe infatti concludersi domenica 15 marzo (con eventuali doppi turni nei giorni precedenti) o lunedì 16 o martedì 17. Intanto l’organizzazione, alzando il livello della competizione, ha messo a disposizione un montepremi complessivo di 5000 euro.

Sarà dunque un occasione per avere un assaggio di grande tennis al Monviso Sporting Club, coinvolgendo i soci, gli spettatori esterni (ingresso gratuito), i ragazzi della Scuola Ace Tennis Center. Un grande tennis che vivrà a fine aprile e inizio maggio il suo momento clou con la 1.a edizione del Challenger maschile da 42.500 euro, organizzato da Ace Tennis Center: “Un torneo internazionale rappresenta – spiegano gli organizzatori capeggiati da Fabio Ponzano, direttore sportivo di Ace Tennis Center e ideatore del progetto – la naturale linea di continuità del nostro lavoro rivolto alla crescita della scuola tennis d’eccellenza. Per i nostri allievi saranno giorni importanti, tutti da vivere a fianco dei protagonisti, per capire come si allenano, come si preparano ai match, come si organizzano e alimentano. Un’occasione da non perdere e che abbiamo voluto fortemente creare ribadendo quanto crediamo nel nostro progetto. Un Challenger pertanto non casuale bensì inserito nel nostro contesto che guarda all’alto livello in ogni sua esternazione”.

 

Roberto Bertellino – Ufficio Stampa Monviso Sporting Club