Ultime Notizie


IMPRESA DEL MONVISO SPORTING CLUB IN SERIE C MASCHILE

Come sempre le soddisfazioni più forti, tradotte in emozioni di campo e non, arrivano quando meno lo si aspetta ed assumono così i contorni dell’impresa.
E’ quella compiuta dalla serie C maschile che partita senza particolari ambizioni nella fase a gironi è riuscita a superare brillantemente i primi scogli qualificandosi per lo scontro ad eliminazione diretta contro il TC Sale, valido per l’ingresso nel tabellone nazionale. Giornata calda e da vivere tutta in esterna, su di un campo ostico anche per la capacità dei locali di incitare i propri beniamini. Eppure il Monviso Sporting Club, capitanato da Alfredo Santacroce, è riuscito ad andare oltre le difficoltà e vincere la contesa al doppio di spareggio, per il 4-3 conclusivo dopo quasi dieci ore di sfide di campo.
Protagonista assoluto lo stesso Santacroce che si è imposto in singolare, per 6-1 6-4 al 2.8 Andrea Rossi. Capello, 3.1 del Monviso Sporting Club, ha dovuto alzare bandiera bianca contro l’esperto 2.7 Vaggi, a segno con lo score di 6-2 6-1. Nulla da fare in casa Monviso Sporting Club anche per il 3.1 Licciardi, piegato nonostante una buona resistenza dal 2.6 Lorenzo Boveri per 6-3 6-2.
Grande prova del talento di casa, Matteo Rosingana (2.5) contro Marco Rossi, 2.6, fissata sul successo per 7-5 3-6 6-3. Parola pertanto ai doppi, con momentaneo score sul 2-2. Da una parte Licciardi e Capello per il circolo di Grugliasco, dall’altra Vaggi e Marco Rossi per gli alessandrini. Vittoria dei primi sul punteggio di 6-3 6-2. Sconfitta invece per il tandem Santacroce e Rosingana al cospetto di quello avversario composto nell’occasione da Boveri e Andrea Rossi. Tandem del TC Sale a segno per 6-2 0-6 6-4. Doppio di spareggio, dunque, per decidere i vincitori. Ancora in campo Santacroce e Rosingana per il Monviso Sporting Club, Vaggi e Boveri per gli avversari. Il duo monvisino ha stretto i denti e vinto per il 4-3 definitivo 6-4 6-2: “Ho cercato di giocare con precisione e grande attenzione ad ogni quindici. Avevo poche forze residue e ho pensato di centellinarle. Matteo ha giocato un match perfetto chiudendo i fraseggi quando occorreva e dando una grande dimostrazione di maturità”. Ora il sogno è proseguire ancora, guardando alla promozione in B.