Ultime Notizie


Gli otto vincitori del macroarea al Monviso

Atti decisivi al Monviso Sporting Club nella 3.a tappa del Circuito Fit Babolat 2015, torneo di macroarea Nord-Ovest che ha visto al via in totale 536 giocatori e giocatrici di Piemonte, Liguria, Lombardia e Valle d’Aosta.

Il tabellone under 10 maschile ha proposto la sfida tra Scott Ndengoue, giocatore che veste i colori del CH4 Sporting Club Italgas e che a dispetto della giovane età gioca il rovescio classico ad una mano, e Federico Garbero, classe 2005 del DLF Alessandria che si divide tra gli allenamenti torinesi e quelli, quasi sempre nel fine settimana, con il tecnico nazionale Roberto Marchegiani in terra alessandrina. E’ stato proprio Garbero ad imporsi, grazie ad un tennis più completo e già aggressivo da fondo campo, con il punteggio di 6-1 6-0 e senza concedere particolari chance al rivale di turno.

A conquistare invece il trofeo nell’under 10 femminile è stata la ligure Vittoria Gibello, tennista tesserata per il TC Genova 1893, abile nel costruirsi i punti e capitalizzarli, che ha piegato con un periodico 6-2 Gaia Parravicini, giocatrice del TC Cesano Maderno, solo a tratti in grado di contrastarne la precisione, ma in ogni caso ottima nel proprio percorso in tabellone.

Il draw under 12 maschile ha portato in finale Gabriele Datei, mancino del TC Bergamo che cerca spesso il diritto per tessere le proprie trame di gioco, e il corregionale Simone Cavalieri, portacolori del TC Pavia che dopo un primo set in sordina ha risalito la china nel secondo fino a giungere al tie-break. Ma è stato Datei a conquistare l’ambito primo gradino del podio grazie al 6-2 7-6 con il quale ha posto il sigillo al confronto.

Nella contesa di pari categoria femminile (under 12) nulla da fare per Chiara Fornasieri, Sporting Borgaro, che dopo la bella vittoria in recupero in semifinale ha dovuto cedere il passo a Ginevra Parentini, tesserata per il TC Finale e completa in ogni sezione del gioco nonostante il fisico ancora esile e grazie ad una quasi chirurgica precisione nei colpi che l’ha condotta al 6-2 6-1 finale.

L’under 14 maschile ha messo sul terreno di gioco il lombardo Andrea Fiorentini, portacolori del TC Treviglio e dotato di grande capacità di accelerare, soprattutto con il diritto, ed il piemontese Nicola Cigna, giocatore del Match Ball Bra che solo nella seconda parte di match è riuscito a giocare alla pari con il rivale impensierendolo fino alla conclusione. E’ stato però Fiorentini ad avere il sopravvento in virtù della maggior freddezza messa in campo nelle battute decisive, vedi il break sul 5-5 del secondo set, e chiudere le ostilità sul 6-1 7-5, confermando così quanto di buono si è sempre detto sul suo conto di giovane tennista.

Combattuto il match per il titolo under 14 in rosa tra la ligure Giulia Brighi, tesserata per il TC Genova 1893 e già seguita da uno staff dedicato, dotata di un gioco di buon livello da entrambi i lati del campo, e la piemontese del Country Cuneo Benedetta Prato, cresciuta molto di livello nell’ultimo periodo e brava a tramutare in giochi i quindici decisivi nel corso del testa a testa. Così ha fatto proprio il primo set per 6-4 con tanto di break in chiusura e nella seconda frazione, dopo aver condotto 2-0 ed essersi vista ripresa dalla rivale, ha ribadito la superiorità di giornata con un secondo 6-4.

L’under 16 femminile è andato in archivio con il successo della torinese del Circolo della Stampa Sporting Harriet Hamilton, 2.8 e seconda testa di serie, che ha piegato per 6-2 6-4 la numero 1 del seeding, Laura Moroni, altra 2.8 che veste i colori del TC Genova. Hamilton brava nella prima sezione di incontro a conquistare punti e campo per un netto 6-2 maturato in circa 40 minuti di gioco. Poi Moroni in ripresa nel secondo set, grazie all’ottimo diritto di cui dispone, fino al 4-5 e servizio a disposizione, nel tentativo di allungare l’incontro alla terza frazione. Ma è stata la Hamilton ad impedirlo e far proprio il decimo gioco, per il 6-4 che le ha permesso di agguantare meritatamente il titolo.

Per quello under 16 maschile testa a testa dal doppio volto tra Elbi Mjeshtri, giocatore di passaporto italiano e origini albanesi che veste i colori del TC Genova, e Andrea Leonardi, uscito vittorioso dalla sfida di semifinale contro Tommaso Vottero nella quale partiva sfavorito, tennista tesserato Sisport Fiat che si allena al DLF Alessandria. Primo set quasi a senso unico, con Mjeshstri sugli scudi fin dagli scambi iniziali per un eloquente 6-2 che gli ha regalato una sorta di più tranquillizzante inizio di seconda frazione. Invece Leonardi ha reagito, facendo un passo in più dentro il campo, pareggiando i conti (6-1) e portandosi fino al 3-2 e servizio nella terza e decisiva frazione. Qui si è bloccato e Mjeshtri ha cambiato ritmo raggiungendolo prima sul 3-3 e poi centrando la vittoria nei successivi tre game per il definitivo 6-3.

Roberto Bertellino – Ufficio stampa Monviso Sporting Club